giovedì 12 luglio 2018

Francesco Galliani, un (futuro) tenerissimo maestro mezzofondista!

Vi presentiamo Francesco Galliani, atleta maturando della società Pro Sesto Atletica. Vedremo i suoi faticosissimi allenamenti e le sue mille attività!


-Presentazione per i lettori
Ciao a tutti! Mi chiamo Francesco, ho 18 anni (quasi 19), e sono un mezzofondista tesserato per la mitica Pro Sesto. Come i miei "predecessori", protagonisti delle scorse interviste, vi trascrivo subito i miei personal best delle gare che sento più "mie", che quest'anno (causa infortunio) non sono ancora riuscito a ritoccare.
1500: 4:16.83
2000sp: 6:24.39
3000: 9:21.57
Per quel che riguarda la mia vita oltre l'atletica, al momento frequento il quinto anno di Liceo delle Scienze Umane presso l'istituto E.Breda gestito dai Salesiani di Sesto San Giovanni e quest'anno mi toccherà affrontare la maturità. Dopo l'esame di stato mi piacerebbe andare all'università ed immatricolarmi nella facoltà di Scienze della Formazione Primaria per diventare un giorno un tenerissimo e fantastico maestro.

martedì 3 luglio 2018

Samuele Licata, la realtà dei sogni

Oggi abbiamo ospite del blog Samuele Licata, uno degli atleti più promettenti del mondo atletico italiano, fresco di esami di maturità e di convocazione in nazionale per i mondiali di atletica under 20 in programma a Tampere (Finlandia) dal 10 al 15 luglio. 
Qui trovate il suo profilo Fidal con le sue prestazioni agonistiche aggiornate: Samuele Licata

Dai sogni di una sfolgorante carriera, alla dura realtà di Gela, e poi di nuovo al sogno "americano".
Buona lettura. 



PRESENTAZIONE

Mi chiamo Samuele Licata, ho 19 anni e appartengo al secondo anno Junior(U20). Vivo a Gela dove mi alleno e studio anche, frequento il Liceo Scientifico "Elio Vittorini" e quest'anno affronterò la maturità. 
Mi è stata offerta una borsa di studio di 4 anni da un Collega americano, l'Adams State, grazie anche all'aiuto del mio scout Francesco Tebano e di Athletes USA. Partirò per questa nuova avventura agli inizi di Agosto. 

Da ormai tre anni sono tesserato con la Milone Siracusa, società in cui è nato e cresciuto il mio allenatore Massimo Bianca. A Gela attualmente, nonostante i tanti risultati, non solamente miei ma anche dei miei compagni di allenamento come Clara Tasca(4°ad Agropoli nei 3000st), Mario Bianca(5° ad Agropoli nella 4x400) e tanti altri, non c'è una pista e siamo costretti ad allenarci su strada, in mezzo alle macchine e ai randagi, e, due volte a settimana, siamo obbligati ad andare nelle piste vicine( Mazzarino, Vittoria) per fare ripetute o lavori tecnici, quale ad esempio la ritmica per i 400hs. 
Ci tengo a precisare che le istituzioni gelesi non hanno mai mosso un dito per favorire o tutelare i nostri allenamenti, anzi avrebbero quasi preferito smettessimo, tanto il fastidio arrecatogli con i nostri risultati. 

Ho iniziato a fare atletica quando avevo 6 anni. Per me era un gioco, mi divertivo a fare le garette su strada nei dintorni e già sapevo che l'atletica sarebbe diventata una costante nella mia vita. 
Sono cresciuto insieme ai miei compagni di allenamenti, nonché grandi amici, con valori come l'educazione, l'affetto fraterno e il sentirsi parte di una squadra, tutti valori che il nostro allenatore è riuscito a incanalare nelle nostre piccole menti, al tempo, grazie all'atletica. 

Ormai da un 4-5 anni posso dire di allenarmi seriamente, prima, come ho già detto, era un gioco, infatti mi sono cimentato in quasi ogni specialità, dal mezzofondo agli ostacoli, dalle siepi alle prove multiple, insomma, non mi sono fatto mancare nulla. Le mie due costanti sono rimaste i 400hs e gli 800m. 
Mi piace vivere di sport, di atletica e spero rimanga un punto fisso nella mia vita.


sabato 16 giugno 2018

Marco Frattini, il runner che sente correndo

Oggi vi presentiamo Marco Frattini un grande maratoneta che, dopo la grave malattia che lo ha colpito, è riuscito a fare della sua vita una sfida alla ricerca di nuovi obiettivi. Ci dirà come non arrendersi mai e fare tesoro di ogni esperienza.


-Presentazione:
Marco Frattini è nato a Milano il 27 luglio 1976. Residente a Meda, in Brianza, dal 2006 è audioleso profondo. Una sordità rara e totale, che non può essere recuperata nemmeno con le protesi acustiche più moderne. Laureato in odontoiatria e protesi dentaria, si è occupato di odontoiatria speciale, ma ha lavorato anche come musicista e fonico. Chef diplomato, maratoneta, tre volte campione italiano di maratona (2010/11/12) e tre campione italiano di cross (2009/10/11) per la «FSSI» (Federazione Sport Sordi Italia).
E' ideatore della app per iPhone e Android «CiaoRunner», il primo social network dedicato alla corsa, e fondatore di «Iovedodicorsa», brand di abbigliamento tecnico dedicato al mondo dei runner. Ha lavorato insieme all’associazione culturale «Li.Fra» al progetto «Il teatro oltre il silenzio» per permettere alle persone sorde e cieche di seguire uno spettacolo teatrale come qualsiasi altra persona.

domenica 27 maggio 2018

Loris Mandelli, dalle tapasciate, alla pista, alla Maratona!

Vi presentiamo oggi Loris Mandelli, atleta della Pol. Carugate con un passato da mezzofondista portato poi sul fondo, fino a raggiungere il grande obiettivo della Maratona!


-Presentazione per i lettori:
Ciao a tutti, sono Mandelli Loris, atleta della Pol. Carugate. Da ormai 14 anni pratico questo fantastico sport e non mi pentirò mai della scelta fatta. Fin da piccolo ho sempre amato le gare più lunghe, quelle che vanno dal mezzofondo (1500m) alla resistenza pura (mezza maratona). A 26 anni è arrivata la svolta, ovvero il debutto nella Maratona, una distanza che mi aveva da sempre affascinato e che per me ha rappresentato più di un traguardo.

A distanza di qualche mese ho ripreso parte ad una nuova esperienza sui 42km alla “EA7 Milano Marathon”, conquistando peraltro il titolo di Campione Regionale Lombardo. Per quanto riguarda la mia vita “non atletica”, a livello di studi ho completato il mio percorso formativo diplomandomi come ragioniere all’Argentia di Gorgonzola (MI) e successivamente mi sono laureato in Economia ed Amministrazione delle imprese all’Università Bicocca di Milano, mentre in questo momento sono impiegato nel reparto amministrativo della Pepperl+Fuchs di Sulbiate (MB).

lunedì 14 maggio 2018

Luca Crespi, il lupo del mezzofondo Milanese!

Oggi vi presentiamo un altro supereroe.... Luca Crespi!
Mezzofondista del milanese che vanta una lunga esperienza sui campi di gara, siano esse corse campestri o gare su pista. 

-Presentazione:
Salve a tutti,
il mio nome è Luca Crespi, ma sono conosciuto con molti altri pseudonimi più o meno legati al mondo dell'atletica, che spaziano da "Crespi il lupo" a "Ironman" fino al classico soprannome con cui mi chiamano tutti, ovvero Leppo. 
Quest'anno si va verso i 24 anni e l'età ormai inizia a farsi sentire ahah. 
Nella vita studio all'università, per la precisione ingegneria fisica al politecnico di Milano, e da qualche mese ormai ho iniziato la mia prima esperienza lavorativa alla Emerson. 
Diamo un po' di tempistiche per delineare il mio (seppur mediocre) livello agonistico: 
400:        55.62
800:     2:03.91
1500:   4:26.94
3000:   9:52.26
Preciso che le gare da me preparate sono 800 e 1500, mentre 3000 e 400 sono gare provate anche solo un paio di volte nella vita per non farsi mancare nulla.
Aggiungo le innumerevoli campestri fatte nei periodi invernali, dove però non posso dare indicazioni, se non far notare qualche posizione sul podio nel circuito del "Cross per tutti". 
Come si potrà intendere da quanto detto, è la passione per questo sport che mi spinge a continuare a faticare! 

lunedì 30 aprile 2018

Eleonora Iori, la ragazza più veloce di Modena!

Oggi abbiamo qui tra noi Eleonora Iori, forte velocista che iniziò la propria carriera in una manifestazione chiamata la "Ragazza più veloce", di Modena. Ora, quel nome è diventato il suo obiettivo!

-Presentazione:
Mi chiamo Eleonora Iori, faccio atletica da 8 anni, sono una velocista. Faccio parte della Fratellanza Modena 1874 che prima di unirsi era Mollificio Modenese Cittadella.
Vanto diversi podi ai campionati italiani e quest anno ho vinto i Campionati Italiani Indoor e inoltre ho una presenza in nazionale al Golden Gala. Ma non ho mai fatto europei o mondiali perché qualcuno mi escludeva sempre.


-Ora quanti anni hai? Ci racconti brevemente questi tuoi 8 anni di atletica?
Ho 19 anni, 20 a giugno.
Ho iniziato grazie alla mia migliore amica che mi ha portato al campo scuola di Modena a provare.
La mia prima gara fu la "Ragazza più veloce" di Modena, la vinsi e da lì mi sono appassionata a questo sport.


giovedì 19 aprile 2018

Stefano Frascoli: atleta è bello disagiato è meglio


Abbiamo oggi ospite del blog Stefano Frascoli, personaggio tra i più eclettici e conosciuti del mondo dell'atletica.
Autore del libro "Correre nel Vento" e di un altro in programma, co-amministratore della pagina Facebook della "Gang degli atleti disagiati", si occupa persino di politica. In tutto questo è riuscito anche a correre gli 800mt in meno di 2'. Ma lasciamo la parola a lui, che riesce descriversi meglio di noi. Ahahah... 😆


PRESENTAZIONE

Ho 28 anni compiuti lo scorso 24 dicembre e appartengo alla categoria Senior
Abito a Binago, un paesino tra Varese e Como a pochi passi dal confine svizzero, di poco meno di 5.000 abitanti. Molti boschi, molte colline, molti percorsi interessanti.

Principalmente sono consulente finanziario nel ramo vita e danni, e capogruppo di una lista civica nel comune di Binago. Oltre a questi due lavori, sono imprenditore online come incaricato presso un'azienda americana, scrittore e molto altro ancora

Sono tesserato per il Cus Insubria di Varese, ma non so per quanto ancora durerà il nostro idillio. Ho a cuore il campo di Malnate, la cui società è succursale del citato Cus Insubria. In quel campo ho mosso i primi passi e da lì non me ne sono più andato. Sono allenato da Alberto Cadonà, persona competente e umana, due qualità per me fondamentali, soprattutto la seconda. Attualmente mi alleno però da solo in fasce orarie variabili, perché i miei impegni di lavoro mi impediscono di rispettare gli orari di allenamento standard del gruppo di Malnate

Ho iniziato a praticare atletica nella primavera del 2009, quando ero alla fine del primo anno di università, perché mi ero innamorato di una ragazza che a quel tempo era anch'ella atleta. Qualsiasi contatto con lei mi era stato impedito da circostanze esterne, perciò decisi di sorprenderla presentandomi al campo in pantaloni da calcio e scarpe da tennis, in un pomeriggio lontano nel tempo, ma di cui ricordo perfettamente tutto. Purtroppo per me, le cose con lei non andarono come speravo, ma se penso al posto che occupa oggi l'atletica nella mia vita, devo dire grazie alla sorte, che ha voluto che io provassi dei sentimenti per lei.


giovedì 12 aprile 2018

Nadia Battocletti: vi racconto i miei primi 18 anni

Vi presentiamo oggi Nadia Battocletti, una delle più promettenti mezzofondiste italiane al primo anno junior. Abita a Cavareno, in Val di Non (Trentino) e  frequenta il Liceo scientifico Bertrand Russell, Cles. 





Oggi compie 18 anni e abbiamo pensato di farle come regalo quest'intervista. 
Qui trovate il suo profilo Fidal con le prestazioni agonistiche aggiornate:  NADIA BATTOCLETTI


PRESENTAZIONE

Ciao a tutti, sono Nadia, faccio parte del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre, mentre la mia vecchia società è l’Atletica Valli di Non e Sole.
Il mio allenatore-papà è Giuliano Battocletti.

Ho iniziato a praticare l’atletica all’età di 7 anni in occasione del Valligiano, una serie di gare molto conosciuta dalle mie parti. Proprio per questo motivo dopo aver provato la maggior parte degli sport, quali nuoto, arrampicata, danza, golf,tennis,pallavolo, basket... ...i miei genitori mi hanno portato a questa piccola “competizione”.



Cosa in particolare ti è piaciuto della corsa, tanto da preferirla agli altri sport che praticavi? Com’è nato l’amore per questa disciplina? 

Inizialmente consideravo l’atletica come un altro sport, ma fin da subito aveva qualcosa di particolare rispetto agli altri. Ovviamente poi come per tutte le cose si preferisce lo sport in cui si va meglio. 
L’amore per questa disciplina è nato nel momento in cui lo starter ha sparato alla mia prima gara e tutt’ora l’atletica è parte di me.


Immagino che l’allenamento si sia evoluto nel corso anni. Ci puoi sintetizzare a grandi linee come è cambiato?

Fin da piccola papà non ha mai voluto forzarmi, anzi preferiva che andassi a giocare a nascondino o altri giochi piuttosto che allenarmi. Ovviamente, le cose cambiano nel tempo: da prendere l’atletica un po’ seriamente da allieva per poi capire adesso che sarà il mio futuro. 

mercoledì 4 aprile 2018

Simone Quaggia, Captain Runner!

Vi presentiamo oggi Simone Quaggia, atleta "disagiato" (dal gruppo della "Gang degli atleti disagiati"!) che dietro i suoi sacrifici mostra sempre un lato ironico e simpatico. Ci mostrerà il suo modo di "fare sul serio", degno di un supereroe!


-Presentazione
Ciao, mi chiamo Simone Quaggia ho 23 anni e sono un atleta. Un po’ di numeri: 400 [54”13]; 800 [2’01”93]; 1500 [4’19”89]; 3000 [09’37”36].
Obiettivo nella vita? Diventare allenatore di calcio... (non odiatemi!!) e per fare ciò, la strada è molto lunga e difficile. E visto che la laurea in scienze motorie mi aiuta a accelerare i tempi ho deciso di iscrivermi e ora sto frequentando l'università a Pavia.
Traguardi sportivi? Davvero troppo poco rilevanti per parlarne!!


-Quando e come hai iniziato a correre?
Ho iniziato a correre nel lontano 19…2008! E qui, per spiegare tale scelta, mi viene da citare un grande film:”[…] se andavo da qualche parte, io ci andavo correndo!” (Forrest Gump). Questo è il vero motivo che mi ha spinto a fare uno sport che fino a quel giorno non conoscevo, ma che allo stesso tempo è il più facile del mondo: basta correre!
Iniziai iscrivendomi alla storica società sportiva “atletica Agrate” e, sotto gli occhi del mitico Cesare Brambilla, ebbe inizio quella magia che ancora oggi mi attraversa.

venerdì 30 marzo 2018

Leonice Germini, la velocista social!

Oggi abbiamo tra noi Leonice Germini. Velocista dell'atletica Fratellanza che vanta diverse partecipazioni ai campionati nazionali e europei. I suoi 19 mila follower di instagram denotano il suo sogno di diventare una vera e propria star! A fine articolo potrete trovare il link per seguirla sul social!

-Presentazione:
Ciao a tutti, mi chiamo Leonice Germini. Faccio atletica da 8 anni e sono una velocista. Da due anni sono iscritta all' atletica Fratellanza 1874 e ho partecipato ai campionati nazionali per due anni, inoltre ho fatto gli europei in Svezia nel 2015 e la riserva ai mondiali in Polonia nel 2016.
Lo sport che faccio mi piace molto perché ha un modo per farmi sfogare in qualsiasi momento della giornata e il mio sogno più grande è arrivare alle Olimpiadi del 2020 a Tokyo.
Con molti sforzi e molto lavoro, quest'anno sono arrivata seconda nella categoria Promesse dietro la mia compagna Eleonora Iori sempre della Fratellanza 1874. Gli allenamenti abbastanza tosti, ci vuole molta determinazione e molto tempo da dedicarci. Se ami veramente questo sport lo fai fino in fondo anche con tutte le fatiche: con la pioggia con la neve con la grandine si corre sempre per arrivare a un obiettivo!